Come funziona il product placement. Ma anche: quanto costa e le differenze tra l’uso nei film, negli articoli e sui social media

Ogni volta che in televisione c’è la pubblicità, vi alzate per fare uno spuntino o cambiate canale; su YouTube saltate ogni annuncio appena possibile senza mai fare caso a che cosa vi stiano mostrando e quando navigate il web avete sempre attivato un adblocker che fa sparire ogni fastidiosa pubblicità. Per chi quella pubblicità l’ha pagata (indipendemente dal fatto che abbia un prezzo fisso o variabile in base alle performance) è un bel problema: come mostrare allora i prodotti, servizi e quant’altro si cerca di vendere? La risposta è semplice: product placement. Uno strumento certamente meno innovativo del branded content che abbiamo da poco affrontato, ma che continua a mostrare tutta la sua efficacia.

La definizione di product placement

In parole povere, il product placement è la promozione di servizi o prodotti di marca inseriti nel contesto di uno spettacolo o di un film (ma anche video personali e ormai anche nei videogiochi) piuttosto che nella forma di un’esplicita pubblicità. Se pensate che sia solo un caso se l’acqua Ferrarelle compare sulla scrivania dei giurati di un talent show, se i computer Dell sono onnipresenti nei film e se nella vostra serie tv preferita c’è sempre una BMW, beh… Potreste anche avere ragione, ma nella maggior parte dei casi si tratta di un accordo commerciale tra il produttore dello spettacolo e il produttore del bene che lì appare. (continua…)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...